Vecchia e nuova tendenza: Tartan

La storia del tartan risale al XVIII secolo e in origine viene associata alla cultura scozzese e gaelica. Tartan è un camaleonte della moda: è chic e ribelle. E’ diventato popolare negli anni ’60, ma la più grande spinta è stata negli anni ’70 con l’emergere della moda punk. I punk degli anni ’70 indossavano il tartan come “protesta per la moda” ma alla fine è diventata la moda stessa.

La tendenza del tartan non è mai stata completamente fuori moda. Certo, passa attraverso trasformazioni ed esperimenti, ma avere almeno un pezzo di tartan o plaid in un guardaroba è un “must”. È stato trasformato e illuminato, ha cambiato il colore e i tessuti, ma era ancora chiaramente distinto e contrassegnato come una “tendenza scozzese”.

Generalmente, il tartan si associa all’autunno, perché è una stampa molto ricca e in qualche modo impegnativa, ma i designer amano rompere gli stereotipi della moda. Il tartan si muove dolcemente in primavera/estate e diventa più luminoso per quanto riguarda i colori e più leggero nei tessuti.

È diventato più astratto, minimalista, raffinato e sofisticato. In altre parole, si inizia a pensare al plaid come a un modo per avventurarsi fuori dagli schemi. È disponibile in diversi outfit, a partire da camicie, gonne, vestiti e abiti con il motivo classico in colori unici e audaci, come rosso, blu, verde e giallo. Non è un segreto che i plaid rallegrino l’atmosfera, facendo sembrare ogni singolo look accattivante e individuale.

Ecco i tessuti Cimmino da scegliere:

TESSUTO KILT COL 220 ROSSO
TESSUTO KILT COL 100 BLUETTE
TESSUTO KILT COL 110 VERDE
TESSUTO KILT COL 130 GIALLO